Pages

Categories

Search



La centrale che non c’è

La centrale che non c’è

by
27 gennaio 2014
Sicurezza casa
No Comment

L’esigenza

Un’impresa di costruzioni della provincia di Varese era in procinto di realizzare un complesso di mini appartamenti e monolocali in villette a schiera.
Volendo dotare le abitazioni di ogni comfort, l’impresa intendeva dare un’impronta di qualità all’opera e, per elevarne l’immagine, voleva anche fornire gli edifi ci già completi di impianto di antifurto, il tutto con caratteristiche consone all’esigenza.

Problema

centrale phantom 5Normalmente, le centrali di allarme medio/piccole presentano, quali elementi di comando e controllo, chiavi elettroniche e tastiere a LED.  Le performance sono solitamente definibili a livello di uno standard essenziale.
In questa occasione, invece, si è ritenuto che l’impatto con l’utente dovesse essere più elevato e si desiderava che il sistema disponesse di una tastiera LCD.  Il problema maggiore, tuttavia, si è riscontrato in particolare nei monolocali, dove il contenitore della centrale risultava essere eccessivamente invasivo. Nel vano abitativo, infatti, non erano disponibili spazi accessibili e nascosti.  Anche il bagno di dimensioni ridotte, avendo una presentazione elegante, non tollerava elementi intrusivi.
La zona notte era separata dalla zona giorno da un semitavolato che avrebbe lasciato a vista qualsiasi elemento posticcio.

Soluzione

centrale phantom 5 bDato che i problemi era eminentemente di spazio, la soluzione è stata individuata in PHANTOM 5, la centrale che non c’è. La centrale Phantom 5 di Wolf Safety è dotata di un display a cristalli liquidi su 2 righe, di 250 eventi in memoria con data e ora, facilmente consultabili dall’utente.
È estremamente semplice anche la programmazione di attivazioni o spegnimento a orari programmati settimanalmente dallo stesso utente. Phantom 5 dispone di una tastiera numerica e di chiave elettronica con rapida programmazione /cancellazione di nuovi codici o chiavi.
Ma la vera carta vincente di questa centrale è la sua struttura di piccola tastiera con display, cosa che permette di relegare l’alimentatore e la batteria in una cassetta da incasso tipo PT6 e che ne consente il totale occultamento.
Le cinque zone, inoltre, si dimostrano sufficienti anche per i mini appartamenti disponendo di punto e via di rientro con ritardo programmabile – ingresso con conteggio per contatti a fune da tapparelle, conta-allarmi con autoesclusione delle linee – uscite per sirena, sirena autoalimentata e combinatore telefonico, collegamento per punti chiave remoti.

Vantaggi

centrale phantom 5 cL’installazione ha decisamente lasciato soddisfatto l’impresario, il quale ha trovato la risposta a tutte le sue esigenze. Molto soddisfatto è stato anche l’impiantista, soprattutto vista la rapidità e semplicità di installazione di Phantom 5. Ma soprattutto è stato soddisfatto l’utente, per le elevate prestazioni di una centrale che non c’è.

Related Post